Aggiunte e modifiche salienti dell’applicativo

2022

Versione 22.03

  • possibilità di eliminare definitivamente i documenti;

  • possibilità di impostare una data di scadenza per gli accordi con i responsabili caricati in autonomia dall’utente, con relativi alert;

  • possibilità di personalizzare i nomi dei campi e le descrizioni contenuti all’interno dei trattamenti;

  • possibilità di dare in sola lettura il menù relativo alle misure di sicurezza;

  • aggiunta la possibilità di filtrare, tramite ricerca avanzata nel registro dei trattamenti, quelli sottoposti a valutazione d’impatto e quelli che coinvolgono una o più determinate categorie di dati.

  • possibilità di generare, in aggiunta al file excel, un report in pdf relativo all’evento di timeline.

Versione 22.02

  • valutazione dei criteri del gruppo di lavoro Art. 29, sia per ragioni di censimento delle informazioni che per la stima del rischio per i diritti e le libertà fondamentali degli interessati;

  • possibilità di impostare una data di scadenza per gli accordi con i responsabili generati direttamente tramite applicativo, con relativi alert;

  • ricerca avanzata nel registro dei trattamenti.

Versione 22.01

  • adozione di un sistema più trasparente di gestione dei trattamenti condotti nelle veci di titolare e nelle veci di responsabile;

  • è stata implementata la possibilità di mandare una mail di impostazione password a più utenti, così da poter gestire in maniera più flessibile la procedura di invito massivo all’interno di DPM;

  • possibilità di inviare massivamente le lettere ai soggetti autorizzati, con la libertà di destinarle alternativamente a tutto il personale di una struttura oppure soltanto a coloro i quali ne siano privi;

  • possibilità di generare in autonomia l’attestato della FAD, il quale è stato reso personalizzabile;

  • possibilità di inserire delle istruzioni operative specifiche per trattamento le quali possono essere incluse all’interno della lettera da destinare agli autorizzati;

  • numerosi export in excel sono stati resi più esaustivi;

  • possibilità per l’utente di generare gli accordi sul trattamento di dati tra titolare e responsabile per un numero definito di trattamenti.