Aggiunte e modifiche salienti dell’applicativo

2022

Versione 22.11

  • in calce al report della valutazione d’impatto è ora possibile introdurre, su richiesta, una tabella riassuntiva delle minacce e misure di sicurezza coinvolte;

  • nel menù di Configurazione delle notifiche si può ora indicare uno o più indirizzi email a cui inoltrare in copia le notifiche del destinatario di una lettera di autorizzazione consegnata tramite DPM;

  • nella sezione Accordi - Amministratori di Sistema è ora attiva la funzione di consegna differita degli accordi generati, che garantisce maggiore flessibilità nella gestione di questi documenti.

Versione 22.10

  • è ora possibile scaricare l’archivio dei report delle DPIA presenti in applicativo dall’interfaccia del menù Valutazione d’Impatto;

  • dal menù Richieste Interessati si può ora generare l’archivio di tutte le richieste censite in applicativo in formato .zip, contenente i singoli report delle richieste inserite;

  • tramite richiesta di assistenza è ora possibile personalizzare il questionario di gradimento del modulo FAD, definendo il testo delle domande e le relative risposte, introducendo dei contenitori per messaggi informativi personalizzati.

  • tramite un interruttore all’interno della modale di generazione del Registro dei Trattamenti, l’utente può ora specificare che tutti i campi vuoti del trattamento vengano indicati nei report. Questa funzione aumenta la visibilità delle informazioni censite in applicativo per ogni trattamento;

  • con il progressivo potenziamento delle funzionalità di Accountability di Data Protection Manager, è ora consultabile la timeline degli eventi di associazione e dissociazione dei Designati alle relative unità organizzative;

  • dalla modale di generazione del Registro di Unità si può ora scegliere se creare un unico registro con tutti i trattamenti di cui alle unità selezionate oppure un archivio in formato .zip con i registri individuali delle singole unità;

  • tramite un apposito pulsante allo step “2. Natura del Trattamento” la sezione Informative consente ora di importare i dati relativi ad uno o più trattamenti oggetto dell’informativa;

  • nella modale di esportazione del Registro dei Trattamenti, l’utente può ora scegliere se includere nei report le risposte fornite nei questionari di Stima del Rischio e Pre Assessmement.

Versione 22.09

  • introduzione della timeline degli eveneti all’interno della sezione Assegnazioni;

  • introduzione della sezione dedicata alla generazione delle Informative per i trattamenti;

  • richiesta di conferma prima dell’eliminazione di un’attività di trattamento;

  • i livelli di annidamento delle unità sono stati aumentati a 5;

  • è ora possibile generare una lettera di autorizzazione al trattamento dei dati dilazionandone l’invio;

  • è ora possibile caricare una lettera di autorizzazione prodotta esternamente nella sezione Assegnazioni.

Versione 22.08

  • nei componenti per la selezione di elementi (es. Unità) i pulsanti “Seleziona tutto” e “Deseleziona tutto” presentano ora un messaggio di conferma della scelta.

Versione 22.07

  • è ora possibile includere all’interno dell’export .ods del Registro dei Trattamenti le risposte fornite nei questionari di Stima del Rischio e di Pre-assessment per ogni attività di trattamento;

  • un nuovo segnaposto consente di riportare all’interno del Registro dei Trattamenti generato il nome delle unità organizzative con il rispettivo codice di struttura;

  • il codice delle unità/strutture organizzative viene ora sempre visualizzato a fianco del nome nel selettore delle unità.

Versione 22.06

  • introduzione del modulo “Valutazione della gravità” nella sezione Data Breach, ispirato alla metodologia ENISA;

  • introdotta possibilità di attivare le notifiche al designato quando un delegato genera un accordo al trattamento dei dati per un soggetto autorizzato.

Versione 22.05

  • creazione di uno passaggio dedicato per questionari di Stima del Rischio e Pre Assessment in fase di compilazione dei trattamenti da censire a Registro;

  • introdotta la possibilità di generare un registro dei trattamenti per unità, che includa i soli trattamenti associati alle unità organizzative selezionate;

  • miglioramenti relativi alle informazioni prospettate nell’export di Autorizzati e Designati;

  • “Ricerca avanzata” permette ora di filtrare i trattamenti censiti a Registro in base a termini contenuti all’interno del campo “Note”.

Versione 22.04

  • aggiunto foglio “terze parti” nell’export degli utenti, per vedere quali terze parti sono associate ai singoli utenti censiti.

Versione 22.03

  • possibilità di eliminare definitivamente i documenti;

  • possibilità di impostare una data di scadenza per gli accordi con i responsabili caricati in autonomia dall’utente, con relativi alert;

  • possibilità di personalizzare i nomi dei campi e le descrizioni contenuti all’interno dei trattamenti;

  • possibilità di dare in sola lettura il menù relativo alle misure di sicurezza;

  • aggiunta la possibilità di filtrare, tramite ricerca avanzata nel registro dei trattamenti, quelli sottoposti a valutazione d’impatto e quelli che coinvolgono una o più determinate categorie di dati;

  • possibilità di generare, in aggiunta al file excel, un report in pdf relativo all’evento di timeline.

Versione 22.02

  • valutazione dei criteri del gruppo di lavoro Art. 29, sia per ragioni di censimento delle informazioni che per la stima del rischio per i diritti e le libertà fondamentali degli interessati;

  • possibilità di impostare una data di scadenza per gli accordi con i responsabili generati direttamente tramite applicativo, con relativi alert;

  • ricerca avanzata nel registro dei trattamenti.

Versione 22.01

  • adozione di un sistema più trasparente di gestione dei trattamenti condotti nelle veci di titolare e nelle veci di responsabile;

  • è stata implementata la possibilità di mandare una mail di impostazione password a più utenti, così da poter gestire in maniera più flessibile la procedura di invito massivo all’interno di DPM;

  • possibilità di inviare massivamente le lettere ai soggetti autorizzati, con la libertà di destinarle alternativamente a tutto il personale di una struttura oppure soltanto a coloro i quali ne siano privi;

  • possibilità di generare in autonomia l’attestato della FAD, il quale è stato reso personalizzabile;

  • possibilità di inserire delle istruzioni operative specifiche per trattamento le quali possono essere incluse all’interno della lettera da destinare agli autorizzati;

  • numerosi export in excel sono stati resi più esaustivi;

  • possibilità per l’utente di generare gli accordi sul trattamento di dati tra titolare e responsabile per un numero definito di trattamenti.